Chiamata diretta. Gilda: docenti si astengano dal votare al buio, trasferimenti ancora non conclusi

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Oltre ai modi, anche i tempi sono del tutto sbagliati: sulla chiamata diretta non ci siamo proprio e confermiamo la nostra netta contrarietà verso l’accordo sottoscritto tra il Miur e gli altri sindacati rappresentativi e che, in piena coerenza con la nostra posizione, non abbiamo firmato”.

È quanto afferma Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, in merito alle riunioni dei collegi dei docenti convocate in questi giorni dai dirigenti scolastici per scegliere i criteri da seguire nell’individuazione degli insegnanti da inserire negli organici delle scuole.

“Con le procedure di mobilità e le assegnazioni provvisorie ancora aperte – spiega Di Meglio – è totalmente illogico convocare adesso i collegi dei docenti. Si rischia soltanto di perdere tempo nel deliberare criteri che poi, a operazioni di trasferimento concluse, potrebbero rivelarsi inadeguati rispetto al fabbisogno degli istituti scolastici.

Perciò – conclude il coordinatore della Gilda – invitiamo i docenti ad astenersi dal voto al buio”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione