Chiamata diretta docenti II grado: dal 24 al 29 luglio proposta incarico, dal 31 luglio al 1° agosto assegnazione d’ufficio. Le procedure

di redazione

item-thumbnail

La procedura della chiamata diretta volge ormai al termine, almeno per i docenti già di ruolo, mentre per i neo immessi sarà attivata dopo l’assunzione a tempo indeterminato, ossia dopo la scelta dell’ambito nella regione in cui hanno svolto il concorso o dopo la scelta dell’ambito nella provincia di iscrizione in GaE.

Ritornando ai docenti già di ruolo, ricordiamo che la chiamata diretta è terminata per i docenti del primo ciclo con l’azione surrogatoria degli Uffici scolastici regionali che, dal 17 al 20 luglio, hanno assegnato alle scuole i docenti che non avevano ricevuto o accettato alcuna proposta di incarico.

Quanto ai docenti del secondo ciclo, ossia della scuola secondaria di II grado, ricordiamo che tra il 20 e il 22 luglio l’USR competente ha proceduto ad assegnare alle scuole i docenti beneficiari delle precedenze, di cui all’art. 13 del CCNI sulla mobilità per l’a.s. 2017/18.

Nel medesimo lasso di tempo (20-22 luglio), i docenti del secondo ciclo non beneficiari delle precedenze, di cui sopra, hanno inserito su Istanze Online il CV, i requisiti in loro possesso, tra quelli indicati nell’allegato A al contratto sulla chiamata diretta, e la scuola di partenza cioè quella da cui partirà l’USR per l’assegnazione alla scuola del docente che non ha ricevuto o accettato alcuna proposta di incarico.

Inseriti CV, requisiti e scuola di partenza, i predetti docenti dovranno attendere la proposta di incarico da parte del dirigente/i della scuola/e in cui hanno presentato la candidatura.

La proposta di incarico da parte dei dirigenti scolastici potrà essere formulata dal 24 al 29 luglio. 

I docenti che non si sono proposti a nessuna scuola o che non avranno ricevuto o accettato alcuna proposta di incarico saranno assegnati d’ufficio dall’USR competente per territorio.

L’assegnazione d’ufficio da parte dell’USR avverrà dal 31 luglio al 1° agosto.

L’USR assegnerà i docenti alle scuole sulla base del punteggio con il quale sono stati trasferiti, partendo dalla scuola indicata dagli stessi su Istanze OnLine. In caso il docente non abbia indicato la scuola di partenza, l’USR procederà dalla scuola capofila di ambito indicata nei bollettini di mobilità di ciascun ordine di scuola.

Chiamata diretta: da oggi 20 luglio candidature per superiori. La tempistica per docenti e scuole per ogni ordine e grado

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione