Chiamata diretta Docenti. FederATA: personale ATA in ferie in agosto potrà essere richiamato in servizio, se necessario

di redazione
ipsef

Gentili Ministro dell'Istruzione e Presidente del Consiglio dei Ministri, la “ chiamata diretta ” da Voi legiferata che, tra fine agosto e metà settembre assegnerà i Docenti, i quali dal 2016/17 acquisiranno la titolarità su ambito territoriale con la mobilità o il ruolo alle nostre Scuole, è ormai diventata una realtà e le lamentele sono già iniziate e saranno infinite.

Gentili Ministro dell'Istruzione e Presidente del Consiglio dei Ministri, la “ chiamata diretta ” da Voi legiferata che, tra fine agosto e metà settembre assegnerà i Docenti, i quali dal 2016/17 acquisiranno la titolarità su ambito territoriale con la mobilità o il ruolo alle nostre Scuole, è ormai diventata una realtà e le lamentele sono già iniziate e saranno infinite.

Sappiamo che questa nuova modalità di assunzione sarà una vera e propria rivoluzione in quanto non verranno più presi in considerazione gli anni di servizio svolti dai nostri Docenti, ma essi dovranno essere valutati in base al curriculum , ai titoli, ai master, al colloquio e a molto altro ancora.

La Federazione del Personale ATA, non intende esprimere giudizi in merito all' ”anarchia della chiamata diretta come “ inventata” “dalla Vostra Buona Scuola”, secondo la quale ogni Dirigente Scolastico potrebbe avere libera scelta dei Docenti della “Sua” Istituzione Scolastica, in quanto siamo una Federazione a tutela dei soli diritti ed interessi del Personale ATA e lasciamo quindi ogni decisione di scelta dei docenti “a chi di dovere”.

Comunque abbiamo l'obbligo di porre una semplice domanda agli “addetti ai lavori”: “ Qualcuno potrebbe spiegarci che valore può avere un colloquio, anche se facoltativo, di un Dirigente Scolastico laureato in Lettere o in Lingue con un aspirante Docente di Informatica, Matematica, Chimica, o Fisica, o altra materia tecnica o scientifica ?

O viceversa ? Che fine ha fatto la tanto acclamata professionalità docente ” ?

Gradiremmo una risposta in merito.

Ma torniamo ad occuparci dei drammatici problemi di sopravvivenza quotidiana di noi Personale ATA che a seguito di queste ulteriori incombenze e molestie burocratiche da Voi inflitteci, creeranno un carico di lavoro molto più gravoso e complesso nelle nostre Segreterie Scolastiche; avremo molte più tensioni e maggiori conflitti che porteranno tanta confusione e incertezza nell'apertura del nuovo anno scolastico.

I nostri Uffici di Segreteria si troveranno di fronte ad un aumento di lavoro disumano durante il periodo estivo , quando un “essere umano” dovrebbe godere di un meritato periodo di riposo dopo un estenuante anno di lavoro; invece NO ! Noi Personale ATA dovremo preparare/elaborare dei veri e propri mini-concorsi per assegnare i Docenti alla scuola, nel più totale abbandono, senza una regolamentazione in merito e con il “trionfo del fai da te da parte dei Dirigenti Scolastici ”. UNA DISUMANA VERGOGNA.

Chi conosce la nostra Scuola sa perfettamente in quali condizioni sta lavorando attualmente il Personale ATA. Ormai possiamo tranquillamente dire al mondo intero (..l'Europa lo sa già) che il nostro, non può essere più considerato un lavoro dignitoso, ma una schiavitù di povertà e di sfruttamento umano.

E nessuno sta facendo nulla. Tutti sanno, Voi compresi, ma tutti tacciono.

Senza pensare poi agli strettissimi tempi da Voi imposti che ci impediranno di lavorare con serenità e senza angosce quotidiane in quanto i Dirigenti Scolastici hanno avuto chiare indicazioni dagli Spett/li Uffici del MIUR che potranno tranquillamente, senza vergogna alcuna, richiamare in servizio il Personale ATA (Assistenti Amministrativi e Direttori sga), se necessario.

Gentili Ministro dell'Istruzione e Presidente del Consiglio dei Ministri.

ci auguriamo di cuore che ciò non avvenga e che ciascuno di noi “possa godersi” quel minimo e indispensabile periodo di riposo nei mesi di Luglio/Agosto, come previsto dall' art. 13 comma 11 del CCNL Comparto Scuola 29.11.2007 tutt'ora in vigore e del quale, soprattutto Voi del MIUR, dovreste esserne a piena conoscenza.

In caso contrario invitiamo i nostri Colleghi a segnalarci eventuali abusi .

Vorremmo gentilmente sapere il motivo di “tanto accanimento nella distruzione del Personale ATA” e dei relativi servizi generali e amministrativi da noi sempre offerti al sistema Scuola con competenza, dedizione quotidiana e professionalità in quanto tutti sanno che il Personale Amministrativo Tecnico e Ausiliario, unitamente ai Dirigenti Scolastici “sono il motore di ogni Istituzione Scolastica” senza il quale la Scuola non funziona.

Restiamo comunque ancora fiduciosi in un'inversione di tendenza.

Direzione Nazionale Federata.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione