Chiamata diretta. Docente esclusa perché non residente nello stesso comune della scuola

WhatsApp
Telegram

Espongo l’esperienza che ho vissuto personalmente durante le fasi preliminari delle assegnazioni dell’incarico.

Espongo l’esperienza che ho vissuto personalmente durante le fasi preliminari delle assegnazioni dell’incarico.

Miei cari colleghi, sono stata assegnata all’ambito 01 Puglia per la A029 e pensavo dopo 18 anni di precariato di essere premiata per il lungo lavoro svolto e di restare nella mia Monopoli (approdata con l’immissione in ruolo a dicembre, lasciavo così Gravina in Puglia e Altamura, sedi prese con incarico annuale a.s 2015/2016).

Ho inviato 7 candidature su 9 scuole, ed ho ricevuto 4 proposte di assunzione. Il 20 Agosto il  Dirigente del ***** di Bari mi ha contattata personalmente avendo ricevuto la mia candidatura, prospettandomi l’incarico presso il suo istituto, dove peraltro avevo già insegnato non sotto la sua dirigenza. Nell’occasione il Dirigente ha mostrato di apprezzare le mie competenze professionali e mi ha invitata presso la scuola per programmare il lavoro ed il mio inserimento lavorativo.

Nell’attesa di questo incontro fissatomi per il 25 agosto, ho trascurato altre possibilità nella certezza che l’impegno assunto dalla Dirigente, seppure verbale, fosse serio e definitivo.

Tuttavia il giorno 24 agosto ho ricevuto una telefonata dalla vicaria del **** la quale mi comunicava che la Dirigente aveva optato per un’altra soluzione, individuando un’altra collega, in base “esclusivamente” all’unico presupposto che la stessa fosse di Torre a Mare, (frazione di Bari) ed io di Monopoli (45 Km da Bari) e quindi potesse più facilmente garantire la presenza pomeridiana, rispetto a me che sono di monopoli, nonostante questo aspetto non mi fosse stato minimamente prospettato.

La legge 107 al comma 80 dice espressamente che sono valorizzati il curriculum, le esperienze e le competenze professionali. La trasparenza e la pubblicità dei criteri adottati, degli incarichi conferiti e dei curricula dei docenti sono assicurate attraverso la pubblicazione nel sito internet dell’istituzione scolastica.

Vorrei poter leggere i criteri in base alla quale la scelta non è più ricaduta sulla mia persona, pur avendo un punteggio di gran lunga maggiore.

E’ vero che prevale la discrezionalità dei dirigenti nella scelta dei propri docenti però proprio questa responsabilità dovrebbe indurre a maggiore serietà e correttezza nei rapporti.

Prof.ssa Lopedote Raffaella

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur