Chiamata diretta, Cangemi (PCI): confermato potere arbitrario Dirigenti Scolastici

di redazione
ipsef

L' intesa tra il governo e i maggiori gruppi dirigenti sindacali sulle forme della chiamata diretta degli insegnanti è grave- ha dichiarato Luca Cangemi, responsabile scuola del Pci. 

L' intesa tra il governo e i maggiori gruppi dirigenti sindacali sulle forme della chiamata diretta degli insegnanti è grave- ha dichiarato Luca Cangemi, responsabile scuola del Pci. 

Parlare di riduzione del danno è una beffa: il potere arbitrario e assurdo dei dirigenti scolastici di scegliersi gli insegnanti è sostanzialmente confermato (nonostante i mugugni dell'insaziabile Associazione Nazionale Presidi), così come è confermato l'azzeramento del valore dell' esperienza professionale-ha continuato Cangemi.

Lo schema delle competenze che dovrebbe garantire l’”oggettività" della selezione non solo è un ulteriore incentivo al mercato speculativo di corsi e corsetti ma rappresenta la conferma di un impianto culturale povero e subalterno. Di fronte a questa prospettiva di ulteriore frammentazione e umiliazione del mondo della scuola è necessaria una nuova stagione di lotta contro la legge 107 e per rilanciare la scuola pubblica- ha concluso Luca Cangemi.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare