Chiamata diretta abolita, assegnazione scuola incarico docenti II grado 24-27 luglio

di Nino Sabella
ipsef

La sospensione della chiamata diretta, in seguito all’accordo Miur-sindacati, ha fatto sì che, ai docenti trasferiti su ambito, la scuola di incarico triennale venga assegnata dal competente Ufficio scolastico territoriale.

Abolita la chiamata diretta, ma gli insegnanti rimangono titolari sull’ambito territoriale

Le operazioni volgono ormai al termine, in quanto, dopo la pubblicazione degli esiti dei trasferimenti e l’assegnazione della scuola ai docenti dell’infanzia, primaria e secondaria di I grado da parte dell’USP, resta da compiere l’ultima operazione: l’assegnazione della scuola di incarico triennale ai docenti della scuola secondaria di secondo grado trasferiti su ambito.

Scuola di partenza

I docenti della scuola secondaria di II grado hanno avuto tempo di indicare la scuola di partenza dal 13 al 23 luglio.

La scuola di partenza è quella dalla quale l’USP  partirà per l’assegnazione dell’istituzione scolastica di incarico triennale.

In caso di mancata indicazione della scuola di partenza, verrà considerata come prima preferenza la scuola capofila di ambito, secondo l’ordine dei bollettini ufficiali.

Docenti trasferiti con precedenza

Nel medesimo periodo di tempo (13-23 luglio), l’USP ha provveduto ad assegnare prioritariamente la scuola ai docenti trasferiti su ambito, usufruendo di una delle precedenze indicate nell’articolo 8 del CCNI 2018/19.

Assegnazione scuola di incarico triennale

Dalla giornata odierna (24) al 27 luglio, gli USP assegnano ai docenti del II grado trasferiti su ambito (senza precedenza) la scuola di incarico triennale, procedendo in ordine di graduatoria secondo il punteggio con cui gli interessati hanno ottenuto la mobilità.

Tabella tempistica II grado:

nota Miur

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione