Chi sono vincitori dell’Italian Teacher Prize: fare scuola oltre la scuola

La ministra Valeria Fedeli ha scelto gli insegnanti che sanno fare scuola oltre la scuola come nostri migliori docenti, fra 11mila candidature, nella prima edizione del Premio Nazionale Insegnanti – Italian Teacher Prize, gemellato con il Global Teacher Prize.

A loro vanno dai 30mila ai 50mila euro ciascuno, soldi che vengono versati direttamente alle scuole in cui insegnano e che verranno utilizzati per la realizzazione di attività e progetti coordinati dagli stessi premiati.

Annamaria Berenzi è la prima classificata, 51 anni, da nove anni insegna matematica all’ospedale di Brescia: con i 50mila euro farà partire “In viaggio per guarire”, una campagna itinerante in cui i suoi ragazzi, quelli attualmente in cura e quelli già guariti, andranno in giro per l’Italia per condividere con altri studenti la loro esperienza.

Daniela Ferrarello, 40 anni, per il secondo anno insegna matematica in una sezione carceraria a Catania e spiega cosa significa parlare di numeri a chi sta scontando una pena.

Consolata Maria Franco, 64 anni, da 33 anni insegna italiano nel carcere minorile di Nisida, dove raccoglie soddisfazioni eccezionali.

Dario Gaspàro, 55 anni, da 20 insegna alle scuole medie e si è inventato un nuovo modo di fare scienza. Via banchi e libri, si studia a contatto con la natura, si studia facendo esperimenti ed esperienze di notte, in grotta, in barca, direttamente sul campo.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia