Che succederà ora a tutti i docenti ITP inseriti in II fascia G.I. con riserva? Lettera a Bussetti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Inviato da Maurizio Scazzeri – Gentile Ministro, Lo scrivente Maurizio Scazzeri Portavoce del gruppo “ITP TUTTI PER UNO” nato il 26 gennaio 2018, un gruppo nel quale fanno parte docenti ITP ricorsisti e non, tutti uniti per collaborare e dare spazio alla propria opinione.

Dall’ Agosto 2017 milioni di ITP si sono rivolti ai propri legali facendo riferimento alle pronunce favorevoli del TAR Lazio proponendo ricorsi contro il MIUR, per far valere i propri Diritti. I legali fin da subito hanno chiesto l’inserimento nelle seconde fasce delle G.I. dei docenti ricorsisti, giustificando l’inserimento: Gli ITP non hanno mai avuto la possibilità di abilitarsi, perché il MIUR non ha mai attivato percorsi abilitanti. Nel 2012 è stato bandito un concorso ordinario relativo unicamente alla classe di concorso C430 inoltre per un numero limitatissimo di posti. Il Ministero non ha mai provveduto ad istituire le scuole di specializzazione per acquisire l’abilitazione all’insegnamento, e si è limitato a prevedere una sola procedura riservata nel 2005 e l’istituzione del PAS nel 2013 tuttavia a beneficio dei soli docenti che vantassero un’anzianità di servizio di almento 3 anni, circoscritto ad un numero davvero esiguo di classi di concorso. I decreti istitutivi del PAS sono stati oggetto di declaratoria di illegittimità con riferimento al computo dell’anzianità di servizio (Cfr. Consiglio di Stato, Sez VI 14 Ottobre 2015 n° 4751). Ancora oggi non è stato istituito il corso abilitativo ordinario di cui al D.M. 10 Settembre 2010 n°249 pertanto i docenti Tecnico Pratici non hanno mai avuto la possibilità di conseguire l’abilitazione all’insegnamento.

Il MIUR con la circolare del 17 Agosto 2017 ha chiesto agli uffici scolastici di conformarsi alla sentenza del Tar Lazio n°9234/2017 inserendo nelle seconde fasce delle G.I. i docenti ITP con contenzioso, vista tale circolare molti Avvocati e Sindacati hanno iniziato a lucrare sulle tasche di tanti docenti ITP.
Con Sentenza del CdS n° 4503/2018 il Consiglio di Stato ha accolto l’appello del MIUR e ha accertato la mancanza di percorsi abilitanti ordinari giustificando la partecipazione dei docenti ITP alle procedure concorsuali che richiedono l’abilitazione all’insegnamento.

Come Portavoce degli ITP vorrei porle delle domande:
1. Che succederà ora a tutti i docenti ITP inseriti in II fascia G.I. con riserva
e a pieno titolo? 2. Saranno attivati percorsi abilitanti per tutti i docenti ITP senza vincoli? 3. Che succederà a tutti i docenti A066 oramai classe in esaurimento?
Cordiali Saluti,
Maurizio Scazzeri

Versione stampabile
anief anief
soloformazione