Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Che accade ai dipendenti pubblici al compimento dei 65 anni?

Stampa

I dipendenti della pubblica amministrazione che compiono 65 anni non vengono posti obbligatoriamente a riposo d’ufficio se non hanno raggiunto il diritto alla pensione.

Non sempre le normative che regolano il pensionamento ed il collocamento a riposo d’ufficio sono chiare per i dipendenti della pubblica amministrazione e questo può generare, oltre che a confusione anche preoccupazione. In questo articolo cerchiamo di fugare questi dubbi rispondendo alla domanda di un lettore che ci scrive:

Ho quasi 65 anni e 33 anni di contributi. Non ho raggiunto il diritto alla pensione anticipata ma, essendo un dipendente pubblico mi hanno detto che a 65 anni sarò licenziato per raggiunti limiti di età. Cosa farò in attesa della pensione di vecchiaia che mi daranno solo a 67 anni? A me questa cosa non sembra giusta!

Dipendenti pubblici a 65 anni

Per tranquillizzarla è bene dire subito che non sempre il dipendente pubblico al compimento dei 65 anni viene posto a riposo d’ufficio. L’obbligo da parte dell’amministrazione, infatti, di collocare a riposo il dipendente al compimento dei 65 anni c’è solo quando il lavoratore ha raggiunto il diritto alla pensione anticipata.

Di fatto, quindi, il lavoratore alle dipendenze della pubblica amministrazione è collocato a riposo d’ufficio solo se ha raggiunto i 42 anni e 10 mesi di contributi se uomo e 41 anni e 10 mesi di contributi se donna, in caso contrario può continuare a lavorare fino al compimento dei 67 anni, quando guadagna il diritto di accedere alla pensione di vecchiaia.

Nel suo caso, visto che ha maturato solo 33 anni di contributi, il collocamento a riposo d’ufficio non scatterà al compimento dei 65 anni come teme poichè altrimenti resterebbe per 2 anni senza stipendio e senza pensione, ma potrà continuare a lavorare fino al compimento dei 67 anni quando sarà collocato a riposo per accedere alla pensione di vecchiaia.

 

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione