Cgil. “Bene lo stralcio del 5X1000 ma occorre cambiare nodi critici ddl”

di redazione
ipsef

"E' un'ottima notizia lo stralcio del 5 per mille dal disegno di legge. Se, come annunciato dal ministro Giannini, la misura sarà rinviata a un successivo provvedimento ad hoc, tutte le risorse che deriveranno dalla sua introduzione dovranno essere destinate a un fondo perequativo contro la dispersione scolastica".

"E' un'ottima notizia lo stralcio del 5 per mille dal disegno di legge. Se, come annunciato dal ministro Giannini, la misura sarà rinviata a un successivo provvedimento ad hoc, tutte le risorse che deriveranno dalla sua introduzione dovranno essere destinate a un fondo perequativo contro la dispersione scolastica". Così Gianna Fracassi, segretario confederale della Cgil, commenta la cancellazione dell'articolo 17 del ddl scuola.

"Nonostante gli interventi di Commissione e Aula – prosegue – sono ancora necessari cambiamenti profondi al testo in discussione alla Camera: restano i nodi critici contro cui il mondo della scuola è sceso in piazza lo scorso 5 maggio", conclude Fracassi.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione