Certificazione competenze primo ciclo. Monitoraggio su principali criticità: questionario dal 15 giugno al 5 luglio

Stampa

Il Miur comunica l'avvio del monitoraggio relativo all'adozione sperimentale dei nuovi modelli di certificazione delle competenze nel primo ciclo di istruzione (CM 3/2015 e NotaDGOSV 11141 del 6-11-2015). 

Il Miur comunica l'avvio del monitoraggio relativo all'adozione sperimentale dei nuovi modelli di certificazione delle competenze nel primo ciclo di istruzione (CM 3/2015 e NotaDGOSV 11141 del 6-11-2015). 

Nell'apposita nota pubblicata in data odierna, il Miur ricorda che l'adozione dei nuovi modelli ha riguardato solo alcune scuole, ossia quelle che hanno aderito alla sperimentazione, come risulta dagli elenchi stilati dagli Uffici Scolastici Regionali, e che pertanto potranno rilasciare gli attestati di certificazione sulla base del modello ministeriale; ricorda, inoltre, che le altre scuole continueranno ad utilizzare i modelli autonomamente elaborati .

Scopo del monitoraggio, come quello di altre iniziative progettuali già svolte, è quello di affrontare alcune criticità quali:

  • il duplice riferimento al profilo delle competenze (Indicazioni Nazionali) ed allecompetenze chiave europee;
  • una evidenziazione efficace del rapporto tra apprendimenti disciplinari ecompetenze trasversali (cross-curricolari);
  • la semplificazione, l’accorpamento, la pertinenza dei 12 indicatori di competenza;
  • la struttura logica e linguistica degli enunciati dei 4 livelli di competenza, chesostituiscono il voto in decimi nell’espressione dell’apprezzamento;
  • le scelte certificative in presenza di disabilità e bisogni educativi speciali(BES) degli alunni;
  • l’attenzione alle esigenze di personalizzazione e di valorizzazione delle caratteristiche edei talenti personali;
  • la collocazione e le caratteristiche del giudizio orientativo.

Il monitoraggio consiste in un questionario, predisposto e disponibile a questo link. Vi possono partecipare solo le scuole che hanno aderito alla sperimentazione.

Dette scuole potranno rispondere ai quesiti attinenti alle suddette criticità dal 15 giugno 2016 al 5 luglio 2016.

Il Miur, inoltre, chiede agli USR di organizzare entro il mese di giugno uno o più incontri tra le scuole sperimentatrici, al fine di registrare osservazioni, problemi, soluzioni adottate, che saranno poi inviate, secondo un apposito format, alla Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici e per la valutazione del sistema scolastico d’istruzione entro il 10 luglio 2016.

Le relazioni regionali costituiranno la base di informazione per l’elaborazione di un report nazionale sulla sperimentazione di cui alla CM3/2015, arricchita con gli esiti del monitoraggio quantitativo (on line), che sarà assai utile in questa fase di evoluzione del quadro normativo in materiadi valutazione (legge 13 luglio 2015, n. 107 (art. 1, comma 181, lett. 1).

Allegati alla nota il suddetto format, il questionario e la traccia della relazione regionale. 

Scarica la nota e gli allegati

 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur