Certificato di esenzione da vaccino Covid digitali, ecco come ottenerlo. Fino al 27 febbraio valido anche quello cartaceo, dal 28 solo in formato elettronico

WhatsApp
Telegram

In vigore il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 4 febbraio 2022 contenente le indicazioni per trattare in modalità digitale le certificazioni di esenzione dalla vaccinazione anti-COVID-19

Le certificazioni, spiega il ministero, hanno validità sul solo territorio nazionale. Chi ha già un certificato di esenzione cartaceo deve richiedere la nuova certificazione con Qr code analogo a quello delle certificazioni verdi.

L’altra novità è che fino al 27 febbraio è possibile usare sia le certificazioni cartacee sia le digitali, ma dal 28 sarà necessario avere il certificato elettronico per accedere a luoghi e servizi dove è richiesto il Green pass.

Il ministero spiega che l’attestazione di esenzione con il codice Cuev, che genera la certificazione di esenzione con il Qr code, è rilasciata – a titolo gratuito e su richiesta dell’assistito – dai medici di medicina generale o pediatri di libera scelta, da medici vaccinatori delle strutture sanitarie pubbliche e private accreditate e dai medici Usmaf o medici Sasn operativi nella campagna di vaccinazione anti Covid-19.

Alla certificazione è associato un codice univoco di esenzione dalla vaccinazione (Cuev), attraverso cui si potrà scaricare la certificazione di esenzione digitale con il Qr code.

Ai recapiti indicati dal titolare dell’esenzione, verrà inviato tramite sms o email un codice Authcode: può essere utilizzato in alternativa al codice Cuev per scaricare la certificazione attraverso gli stessi canali utilizzati al momento per ottenere il Green pass.

Le info utili

Le certificazioni di esenzione dalla vaccinazione anti-COVID-19, rilasciate dalla Piattaforma nazionale-DGC, riportano nella sezione che include il QR code i seguenti dati generali presentati nelle stesse modalità grafiche delle Certificazioni verdi COVID-19:

a) cognome e nome;
b) data di nascita;
c) identificativo univoco della certificazione digitale di esenzione dalla vaccinazione anti-COVID-19;

e nei dettagli della certificazione i seguenti dati:

d) malattia o agente bersaglio: «COVID-19»;
e) la dicitura: «Soggetto esente dalla vaccinazione anti SARS-CoV-2/COVID-19.»;
f) la data di inizio validità della certificazione;
g) la data di fine di validità della certificazione, ove prevista;
h) il codice fiscale del medico che ha rilasciato la certificazione;
i) il codice univoco esenzione vaccinale (CUEV) assegnato dal Sistema TS;
j) l’ente di emissione della certificazione digitale di esenzione dalla vaccinazione anti-COVID-19: Ministero della salute.

La generazione delle certificazioni di esenzione dalla vaccinazione anti-COVID-19 avviene nei casi in cui la vaccinazione stessa venga omessa o differita per la presenza di specifiche condizioni cliniche documentate, che la controindichino in maniera permanente o temporanea, come stabilito dalle circolari del Ministero della salute citate in premessa ed eventuali successivi aggiornamenti.

Le motivazioni che giustificano il rilascio della certificazione di esenzione dalla vaccinazione anti-COVID-19 non sono riportate nella certificazione digitale, ma sono indicate in fase di alimentazione del Sistema TS dai soggetti indicati dal comma 2 per finalità epidemiologiche e di monitoraggio sulla correttezza, veridicità e congruità dei dati.

La verifica delle certificazioni di esenzione dalla vaccinazione anti-COVID-19 è effettuata con le stesse modalità per la verifica della certificazioni verdi COVID-19.

DECRETO

WhatsApp
Telegram

TFA SOSTEGNO VIII CICLO: Scegli il corso di preparazione di Eurosofia a cura del Prof. Ciracì e dell’Avv. Walter Miceli che prepara a tutte le prove