Centemero, non c’è differenza tra idonei e vincitori. Su chiamata dai dirigenti, risolvere punti critici 104 e maternità

di redazione
ipsef

La responsabile scuola di Forza Italia è intervenuta in VII Commissione cultura dopo le audizioni delle associazioni dei docenti.

La responsabile scuola di Forza Italia è intervenuta in VII Commissione cultura dopo le audizioni delle associazioni dei docenti.

"La normativa – afferma la Centemero – non presenta differente tra vincitori del concorso ed idonei, ciò deve indurre ad una riflessione." Il riferimento è all'esclusione degli idonei del concorso dal piano di assunzione.

Per quanto riguarda il potenziamento del ruolo dei dirigenti, la Centemero afferma: "Non sono spaventata su ruolo del dirigente, perché le decisione le prenderà in modo relativo ed autonomo, perché c'è sempre un collegio docenti ed uno staff. Il problema si risolve anche con la valutazione".

Per quanto riguarda l'albo professionale dal quale i dirigenti attingeranno per gli incarichi ai docenti, afferma che "c'è una criticità, ma che si può risolvere, ad esempio con un ulteriore sforza da parte del Ministero con la determinazione di criteri sulla base della quale fare scelte."

Anche perché, sostiene la Centemero, restano resteranno criticità per quanto riguarda la 104 e la maternità.

La Senatrice conclude sostenendo la necessità di avviare concorsi interni per i docenti di ruolo al fine di conseguire miglioramenti stipendiali.

In diretta i lavori parlamentari

Tutto sulla Buona Scuola, con il testo del DDL

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione