Centemero (Fi), tante novità ma anche criticità

di redazione
ipsef

"Il ddl scuola introduce tante novità, noi abbiamo contribuito in Commissione a modificarlo, inserendo alcune parti significative. Restano però delle criticità, motivo per cui oggi Forza Italia ha deciso comunque di votare contro il provvedimento".

"Il ddl scuola introduce tante novità, noi abbiamo contribuito in Commissione a modificarlo, inserendo alcune parti significative. Restano però delle criticità, motivo per cui oggi Forza Italia ha deciso comunque di votare contro il provvedimento".

Lo ha detto, a Sky Tg24, la deputata e responsabile scuola e università di Forza Italia, Elena Centemero. "Innanzitutto nelle nostre scuole non sappiamo se ci siano effettivamente 100mila posti disponibili per assorbire tutti i precari che verranno stabilizzati: le assunzioni potrebbero essere troppe rispetto ai reali bisogni formativi. La seconda preoccupazione – ha spiegato – riguarda la qualità dell'insegnamento, perché se alcuni di coloro che saranno assunti hanno superato il concorso 2012, dunque una prova fortemente selettiva, altri non sono mai stati valutati e per noi la preoccupazione maggiore è che entrino in classe insegnanti capaci di insegnare. Spiace anche il no del governo alla nostra proposta di rendere obbligatorio l'insegnamento del diritto e dell'economia in tutte le scuole superiori", ha concluso. 

Riforma. Camera approva: via 100mila assunzioni con modifiche, tutto sui poteri dei dirigenti, supplenze, formazione, concorso, autonomia

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione