Centemero (FI): scuole paritarie non devono subire discriminazioni fiscali

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

nota della responsabile nazionale Scuola e Università di Forza Italia, Elena Centemero – "Oggi, Giornata nera per le tasse, in cui gli italiani si trovano a pagare Tasi, Tari, Irpef, Irap, Iva e Imu, tengo a sottolineare che le scuole pubbliche paritarie sono sempre più in difficoltà e questo anche a causa di un diverso trattamento fiscale rispetto alle scuole statali".

nota della responsabile nazionale Scuola e Università di Forza Italia, Elena Centemero – "Oggi, Giornata nera per le tasse, in cui gli italiani si trovano a pagare Tasi, Tari, Irpef, Irap, Iva e Imu, tengo a sottolineare che le scuole pubbliche paritarie sono sempre più in difficoltà e questo anche a causa di un diverso trattamento fiscale rispetto alle scuole statali".

"Abbiamo presentato in materia due interrogazioni. Una riguarda la necessità di applicare agli istituti paritari lo stesso criterio di corresponsione del tributo Tares (ora Tari), rapportato al numero degli alunni, e lo stesso coefficiente per alunno, previsti per le scuole statali.

L’altra è volta a sollecitare l’approvazione del decreto IMU, che introduce per gli enti non commerciali il parametro del costo medio per studente, stabilendo che, nel caso in cui questo parametro risulti inferiore ad una soglia fissata dal Miur, l’attività didattica non sia assoggettabile ad imposizione IMU (ora Tari).

È bene che tutti tengano a mente – conclude la deputata – che senza gli istituti paritari il sistema scolastico italiano rischia il collasso".

WhatsApp
Telegram

Perché scegliere il Corso di Preparazione al Concorso per Dirigente scolastico di Eurosofia?