Centemero (Fi), in riforma scuola molte battaglie storiche centrodestra

WhatsApp
Telegram

"Oggi è stato approvato un ddl in cui finalmente si pone fine al vecchio sistema di reclutamento basato sulle graduatorie ad esaurimento e si afferma un principio costituzionale: alla scuola si accede per concorso.

"Oggi è stato approvato un ddl in cui finalmente si pone fine al vecchio sistema di reclutamento basato sulle graduatorie ad esaurimento e si afferma un principio costituzionale: alla scuola si accede per concorso.

Nel testo sono presenti molti principi introdotti dai governi Berlusconi: il potenziamento dell'alternanza scuola-lavoro, la parità scolastica, il curriculum dello studente, gli ITS, le reti di scuola nella governance territoriale, la possibilità del Dirigente Scolastico di individuare i docenti più adatti ai bisogni formativi degli studenti.

Nelle nostre scuole c'è bisogno di serietà e di un vero sistema di valutazione che migliori la qualità della formazione dei nostri studenti". Lo afferma la deputata e responsabile scuola e università di Forza Italia, Elena Centemero.

"Purtroppo, il governo ha voluto strafare riservandosi un numero di deleghe eccessivo su temi complessi ed articolati su cui il Parlamento dovrebbe esprimersi, come lo 0-6 anni, la governance della scuola e la formazione iniziale. E se questo giustifica il nostro voto contrario al ddl, non giustifica un'opposizione strumentale, a prescindere, che non entra nel merito ma preferisce prendere derive sinistrorse e cigielline", conclude.

DDL riforma scuola, Camera approva. Cosa contiene, dalle assunzioni ai poteri dei dirigenti, dalla valutazione dei docenti alla formazione

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur