Centemero (FI), presentata pdl per educazione a eguaglianza genere e cittadinanza democratica

di
ipsef

“In questi giorni si parla molto del lavoro del Miur rispetto alla proposta di linee guida sull’art.1 comma 16 della Buona Scuola. Da più parti, infatti, si esprime la preoccupazione che le linee guida dei percorsi educativi volti a contrastare le discriminazioni basate sul genere possano contenere pulsioni ideologiche".
“In questi giorni si parla molto del lavoro del Miur rispetto alla proposta di linee guida sull’art.1 comma 16 della Buona Scuola. Da più parti, infatti, si esprime la preoccupazione che le linee guida dei percorsi educativi volti a contrastare le discriminazioni basate sul genere possano contenere pulsioni ideologiche".

 Lo dichiara la deputata e responsabile scuola di Forza Italia Elena Centemero, presidente della Commissione Equality and non Discrimination del Consiglio d’Europa. "La lotta alle discriminazioni di genere deve essere portata avanti con grande serietà, secondo gli obiettivi fissati dalla Convenzione di Istanbul e dal Consiglio d’Europa. Per questo ho presentato una proposta di legge per l'introduzione nel sistema scolastico e universitario dell'educazione all'eguaglianza di genere, alla non discriminazione e alla cittadinanza democratica, che verrà illustrata venerdì 15 luglio alle 10 presso la Sala Aldo Moro della Camera, nel corso di un convegno sulle Summer School. Educare all’uguaglianza di genere non significa affermare la neutralizzazione del femminile e del maschile ma aprire le porte alla pari possibilità per uomini e donne di incidere sul futuro del proprio Paese. L'educazione all'uguaglianza di genere, alla non discriminazione nell'ambito della cittadinanza democratica richiedono pubblicità, trasparenza e il coinvolgimento delle famiglie”, conclude.
Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione