Centemero (FI): più di qualcosa non ha funzionato nella Buona Scuola

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Più di qualcosa non ha funzionato nella Buona Scuola. A cominciare dal piano assunzionale realizzato con troppa fretta che non ha eliminato precariato ma ha moltiplicato il contenzioso e le situazioni di conflittualità tra docenti. Per risolvere i problemi creati dalla legge 107 e dal piano straordinario di mobilità ci vorranno anni”.

Così la deputata e responsabile scuola e università di Forza Italia Elena Centemero commentando le dichiarazioni di Matteo Renzi a Rtl.

“L’organico del potenziamento non risponde ai bisogni delle scuole, nell’alternanza con il lavoro e nella chiamata diretta sono emerse numerose criticità.

E al contrario di quanto sostiene il segretario Pd, è indispensabile investire di più nelle Stem perché è in questa area che si creeranno più posti di lavoro nel futuro. La scuola dovrebbe servire a questo: mettere i giovani nelle condizioni di rispondere alle nuove opportunità occupazionali, aumentando così la competitività del paese”, conclude.

Renzi: ” un sacco di soldi sulla scuola, ma non sono stato concreto nella comunicazione” Il whatsapp della moglie Agnese

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione