Centemero (FI): Ok a concorso come via di accesso al ruolo docenti. Ma ritardo rischia di compromettere assunzioni 2016/17

WhatsApp
Telegram

“I concorsi triennali devono essere l’unica via di accesso alla scuola. Lo diciamo da sempre e ora sembra che anche il Pd l’abbia capito. Purtroppo, però, il concorso a cattedre per l’assunzione di quasi 64mila docenti è fortemente in ritardo e si rischia di compromettere le assunzioni per il prossimo anno scolastico”. Così la deputata e responsabile scuola e università di Forza Italia, Elena Centemero, commenta le dichiarazioni in conferenza stampa del premier e del ministro Giannini.

“I concorsi triennali devono essere l’unica via di accesso alla scuola. Lo diciamo da sempre e ora sembra che anche il Pd l’abbia capito. Purtroppo, però, il concorso a cattedre per l’assunzione di quasi 64mila docenti è fortemente in ritardo e si rischia di compromettere le assunzioni per il prossimo anno scolastico”. Così la deputata e responsabile scuola e università di Forza Italia, Elena Centemero, commenta le dichiarazioni in conferenza stampa del premier e del ministro Giannini.

“Bene i tirocini per i docenti, che a nostro avviso dovrebbero svolgersi anche all'estero con il programma europeo Erasmus Plus, mentre sul fronte degli investimenti la nostra visione resta molto diversa da quella della sinistra. Il controllo e la valutazione dell'efficienza della spesa in istruzione, per quanto ci riguarda, sono importanti quanto la quantità di risorse investite. Non basta investire, bisogna verificare che questi investimenti siano efficaci in termini di qualità dell'offerta formativa per le studentesse e g

studenti.

Per questo dobbiamo rilevare che l’organico del potenziamento, ad oggi, non corrisponde per nulla alle richieste e ai bisogni delle scuole. Sarebbe stato meglio farlo partire per l’anno scolastico 2016/17 in relazione al Piano dell'offerta Formativa Triennale (PTOF)"conclude.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito