Centemero (Fi): individuare numero esatto dei precari da stabilizzare, non deve essere sanatoria

WhatsApp
Telegram

"Sul decreto scuola sia Renzi che il ministro Giannini si sono autorimandati. Ora toccherà al Parlamento fare gli esami di riparazione.

"Sul decreto scuola sia Renzi che il ministro Giannini si sono autorimandati. Ora toccherà al Parlamento fare gli esami di riparazione.

Noi siamo pronti a lavorare anche di notte, in modo che nessuno possa dire che il Parlamento non è in grado di licenziare una legge in tempi certi". Così, in un' intervista a Libero, l'on. Elena Centemero, responsabile nazionale scuola e università di Forza Italia, torna sul piano del governo per la scuola, spiegando che i problemi sono "all'interno del governo e della maggioranza che lo sostiene" come sul tema delle scuole paritarie.

Un'altra difficoltà, secondo la deputata azzurra, è "individuare il numero esatto dei precari da immettere in ruolo" e i criteri di reclutamento che "così come sono stati concepiti daranno vita ad una serie di contenziosi".

Quanto alla stabilizzazione dei precari, Centemero spiega che "non dobbiamo fare una sanatoria perché a scuola devono esserci insegnanti bravi e motivati e l'immissione in ruolo deve avvenire selezionando coloro che hanno i requisiti".

WhatsApp
Telegram

Eurosofia e Udir presentano l’evento formativo “PNRR, Start-up per dirigenti scolastici – Attuazione delle linee di investimento”. Roma 25 agosto 2022