Centemero (Fi), governo scrive a presidi ma li esclude da card

WhatsApp
Telegram

"Il governo si ricorda oggi dei dirigenti scolastici e, attraverso il sottosegretario Faraone, si rivolge loro sottolineando le sfide che li aspettano.

"Il governo si ricorda oggi dei dirigenti scolastici e, attraverso il sottosegretario Faraone, si rivolge loro sottolineando le sfide che li aspettano.

Peccato che, solo due giorni fa, il decreto sulla carta elettronica per l'aggiornamento abbia escluso proprio i presidi dai
beneficiari dell'iniziativa. Secondo il governo, insomma, ai dirigenti scolastici non serve aggiornarsi". Lo dichiara, in una nota, la deputata e responsabile scuola e università di Forza Italia, Elena Centemero. "Anche durante l'iter parlamentare della Buona scuola, i presidi sono stati ingiustamente definiti con termini che non si addicono alle loro responsabilità e alla professionalità che li caratterizza.

Nelle scuole non ci sono 'sceriffi', ma dirigenti che svolgono un duro lavoro e che hanno importanti responsabilità. Ed è grazie ai dirigenti scolastici con i loro staff che si può ottenere e migliorare la qualità della formazione degli studenti. Per tutti questi motivi, noi di Forza Italia siamo al fianco dei dirigenti scolastici, sempre", conclude.

Faraone scrive ai presidi. Ora ci sono le risorse per una vera autonomia delle scuole

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiornato con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO