Centemero (FI), educazione civica obbligatoria e contrasto a povertà educativa

WhatsApp
Telegram

“La legge 107 non è riuscita a creare né un ambiente di lavoro favorevole per i docenti, né un ambiente di apprendimento positivo per studentesse e studenti. L’alternanza scuola-lavoro, così come è stata concepita, non ha funzionato soprattutto nelle aree in cui non c’è un tessuto industriale che consenta di implementare progetti seri e utili”.

Così la deputata e responsabile scuola e università di Forza Italia Elena Centemero intervenendo al convegno promosso dall’Ugl ‘L’Italia riparte dalla scuola’.

“Per questo – ha proseguito – è necessario tornare all’idea iniziale di alternanza, quella lanciata dal governo Berlusconi, che aveva una funzione eminentemente orientativa. Riteniamo inoltre indispensabile che l’educazione civica diventi un insegnamento obbligatorio affidato a docenti di diritto: i nostri ragazzi devono conoscere la Costituzione, l’ordinamento e le regole della convivenza comune. Serve anche un deciso intervento per contrastare la povertà educativa. Quanto al nuovo contratto per i docenti, che prevede aumenti irrisori, mi chiedo cosa sarebbe accaduto se fosse stato il centrodestra ad assumere una simile iniziativa alla fine della legislatura”, ha concluso.

WhatsApp
Telegram

Perché scegliere il Corso di Preparazione al Concorso per Dirigente scolastico di Eurosofia?