Centemero (Fi): dopo mesi di annunci ancora in attesa ddl

di redazione
ipsef

“La scelta del governo di impostare la Buona Scuola su un ddl, motivata ufficialmente dalla volontà di non comprimere il dibattito parlamentare, ci è parsa da subito un modo per scaricare sulle Camere la responsabilità dei
contenuti e dei tempi di approvazione di un provvedimento che vede la maggioranza divisa”. Lo dichiara, in una nota, la responsabile nazionale scuola e università di Forza Italia, on. Elena Centemero.

“La scelta del governo di impostare la Buona Scuola su un ddl, motivata ufficialmente dalla volontà di non comprimere il dibattito parlamentare, ci è parsa da subito un modo per scaricare sulle Camere la responsabilità dei
contenuti e dei tempi di approvazione di un provvedimento che vede la maggioranza divisa”. Lo dichiara, in una nota, la responsabile nazionale scuola e università di Forza Italia, on. Elena Centemero.

“Nonostante questo – prosegue -, Forza Italia si è detta pronta a lavorare con impegno e con spirito costruttivo, anche per poter garantire il regolare avvio dell'anno scolastico con l'assunzione dei docenti necessari a coprire i

50.000 posti vacanti.

Dopo mesi di annunci e rinvii, però, siamo ancora in attesa. Se l'iter parlamentare del ddl non inizierà subito, non permetteremo a nessuno di far ricadere sul Parlamento la colpa di eventuali ritardi", conclude.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare