Cellulari in classe, la Francia dice definitivamente “no”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Parlamento francese ha approvato in via definitiva il divieto di usare il cellulare nelle scuole primarie e secondarie di primo grado e nelle scuole superiori fino ai 15 anni di età degli studenti.

Il Presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, ha così commentato: “Impegno mantenuto. Oggi l’Assemblea Nazionale ha definitivamente approvato la legge che vieta l’utilizzo dei cellulari nelle scuole”.

Le scuole superiori avranno la possibilità, ma non l’obbligo, di adottare il divieto nei loro regolamenti interni.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione