Cellulari e tablet vietati a scuola: si può stare con gli altri senza smartphone

Stampa

Linea dura a Biella: stop a smartphone e tablet, non solo in aula ma è stato vietato entrare nel plesso scolastico con apparecchi telefonici, pena il loro sequestro.

Il nuovo dirigente dell’istituto comprensivo “Biella 2” ha messo il divieto assoluto: nessuno potrà usare cellulari o tablet a scuola. Lo riferisce Repubblica.

Il provvedimento arriva dopo che docenti e tutto il personale scolastico si è trovato esasperato per l’uso esagerato dei telefonini che ne fanno gli alunni soprattutto della scuola media. Video, Facebook e Instagram erano diventati un tormento. Così la decisione: i telefonini verranno sequestrati e riconsegnati alle famiglie dei ragazzi.

Alle superiori il telefonino può anche essere uno strumento didattico. Alle medie, invece, no. Quindi abbiamo adottato questa linea. Sul piano
educativo è importante trasmettere ai ragazzi il messaggio che si può stare insieme agli altri senza smartphone” ha spiegato il dirigente dell’istituto.

Stampa

Il nuovo modello di PEI, Eurosofia avvia un nuovo percorso formativo. Primo incontro il 28 aprile