Cellulari in classe. Una petizione che ha raccolto 2.000 firme per dire “no”, inviata una lettera al Ministro

di redazione
ipsef

I docenti e i presidi del Gruppo di Firenze per la scuola del merito e della responsabilità lanciano una petizione su Change.org contro l'uso dei cellulari in classe e raccolgono più di 2 mila firme da tutta Italia.

I docenti e i presidi del Gruppo di Firenze per la scuola del merito e della responsabilità lanciano una petizione su Change.org contro l'uso dei cellulari in classe e raccolgono più di 2 mila firme da tutta Italia.

Sono in tanti, anche tra esponenti della cultura italiana, ad aver sottoscritto la lettera che è stata inviata al ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini, per chiedere una sua presa di posizione.

Il rischio dell'uso dei cellulari è per molti di coloro che hanno firmato la petizione quello della disattenzione, inoltre vengono usati per copiare, per giocare, per compiere atti di bullismo, insomma una forma grave di maleducazione.

link alla petizione

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare