Cellulare in classe. Salvini: a mio figlio darei due sberloni, se lo portasse a scuola

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Mettere per decreto il divieto di bocciare alle elementari e alle medie è una follia diseducativa, così come lo è il fatto che al Miur abbiano istituito una commissione per valutare l’uso del telefonino in classe.

Se mio figlio va in classe con il cellulare gli dò due sberloni, perché in classe si va per studiare”. Lo dice il leader leghista Matteo Salvini.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione