Cellulare a scuola, Valditara: “Mio figlio mi raccontava che durante la lezione chattavano. Io voglio una scuola seria con docente che spiega e lo si ascolta”

WhatsApp
Telegram

Cellulare a scuola. Il ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, spiega a La Repubblica i motivi che lo hanno portato alla stesura di nuova circolare sul tema.

Valditara parla dei suoi figli: “I miei due figli sono già grandi. Il più piccolo ha 20 anni, ma mi raccontava di come in classe chattavano durante la lezione. Perché è stato disatteso, mentre io voglio una scuola seria: se l’insegnante spiega, lo si ascolta”.

E ancora sempre al quotidiano: “Quello è un giudizio politico di una commissione parlamentare che non mi interessa, nella circolare io non vieto il cellulare nella didattica e ho citato solo le conclusioni a cui arrivano gli esperti auditi dalla commissione sulla capacità di concentrazione e memoria”.

Leggi anche

Stop ai cellulari in classe, la CIRCOLARE. Il Ministro: “Spenti o raccolti in una cassettina fuori dall’aula”. Studenti non ci stanno: “Noi nativi digitali”

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici, è in Gazzetta Ufficiale: preparati per le prove selettive. Il corso con 285 ore di lezione e migliaia di quiz per la preselettiva. A partire da 299 euro