CEI, per ora religione nessun calo significativo

di
ipsef

ASCA – Citta’ del Vaticano, 1 apr – Per la Cei, il calo degli studenti all’ora di religione non rappresenta ”percentuale significativa” e anzi cresce il numero degli studenti che scelgono di avvalersi di questo insegnamento. Lo ha detto mons. Mariano Crociata, nella conferenza stampa conclusiva del Consiglio Permanente dei vescovi.

ASCA – Citta’ del Vaticano, 1 apr – Per la Cei, il calo degli studenti all’ora di religione non rappresenta ”percentuale significativa” e anzi cresce il numero degli studenti che scelgono di avvalersi di questo insegnamento. Lo ha detto mons. Mariano Crociata, nella conferenza stampa conclusiva del Consiglio Permanente dei vescovi.

”Troviamo – ha spiegato – conferma all’attenzione delle famiglie per questo servizio culturale e formativo fondamentale per capire la tradizione cultuale in cui ci troviamo da cittadini italiani. Un segnale che cominciamo a raccogliere e’ che vediamo non pochi immigrati che chiedono l’insegnamento della religione perche’ lo percepiscono come uno strumento per inserirsi in questo contesto socio-cultuale”.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione