“C’è una bomba a scuola”, ma non era vero: studente denunciato per procurato allarme

WhatsApp
Telegram

Uno studente ventenne, iscritto in un liceo romano, è stato denunciato per procurato allarme e interruzione di pubblico servizio, per aver chiamato a scuola dicendo che c’era una bomba. Ne parla il Messaggero.

In realtà lo studente voleva solo evitare un’interrogazione. Nel frattempo le forse dell’ordine sono intervenute subito, gli artificieri hanno evacuato e setacciato la scuola insieme alle unità cinofile. Giunti a scoprire l’autore della segnalazione, il ragazzo ha detto  di aver avuto paura di prendere un brutto voto, da qui è partita la denuncia.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiunte nuove simulazioni di prova orale da scaricare. Simulatore EDISES per la prova scritta. Solo 150 EURO