Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Cattedra orario esterna: il docente non ha voce in capitolo, decide l’Ufficio Scolastico quali scuole accorpare

Stampa

La composizione di una COE è stabilita dall’ufficio scolastico territoriale e il docente interessato non ha alcuna voce in capitolo. La sede di completamento potrebbe essere anche una scuola non gradita

Una lettrice ci scrive

Nella mobilità 2019/2020 ho ottenuto il trasferimento nella mia provincia su una COE, precisamente 8 ore nel comune di residenza in cui sono titolare e 10 ore in altri due Istituti di uno stesso comune ( tre scuole su due Comuni). Il mio quesito è il seguente: se non si presentasse la possibilità di essere assorbita per le 18 ore nella scuola in cui sono titolare, la mia cattedra sarà sempre distribuita tra tre scuole oppure il completamento delle ore potrà avvenire anche nello stesso comune, essendo un comune con più Istituti Comprensivi? Se ci fosse la possibilità di completare in un altro Istituto del mio stesso comune, che procedura dovrei fare? Dovrei fare richiesta a chi?

Una cattedra orario esterna è caratterizzata da una sede principale e una o più sedi di completamento, che possono essere ubicate nello stesso comune o anche in comuni diversi rispetto alla sede principale.

Una COE può essere costituita con un massimo di tre scuole in non più di due comuni diversi

Sede di completamento di una COE

La  sede di completamento di una COE viene stabilita dall’ufficio scolastico territoriale in fase di predisposizione dell’organico, accorpando spezzoni orario vacanti e disponibili in diverse istituzioni scolastiche in modo da costituire un cattedra completa di 18 ore.

La sede principale della cattedra, che è sede di organico, sarà la scuola di titolarità del docente trasferito su questa COE.

La sede di completamento potrà invece cambiare nel corso degli anni scolastici, come stabilisce il CCNI sulla mobilità, che nell’art.11 comma 5 prevede quanto segue:

Si precisa che le cattedre costituite su più scuole, possono essere modificate negli anni scolastici successivi per quanto riguarda gli abbinamenti qualora non si verifichi più disponibilità di ore nella scuola assegnata per completamento di orario. Pertanto, i docenti trasferiti su tali cattedre sono tenuti a completare l’orario d’obbligo nelle scuole nelle quali il nuovo organico prevede il completamento d’orario

Conclusioni

La sede di completamento di una COE non può essere, quindi,  modificata in organico su richiesta del docente.

Il docente potrà chiedere, invece, se il contratto integrativo della sua Regione lo prevederà, il miglioramento cattedra per modificare, per un anno scolastico, la sede di completamento della sua COE in presenza di spezzone orario disponibile in una scuola più “comoda” geograficamente

Stampa
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur