Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Cattedra Orario Esterna ex-novo: quali criteri per la sua assegnazione

L’assegnazione di una COE ex-novo  si basa sulla graduatoria interna di istituto. Il provvedimento ha carattere annuale

Una lettrice ci scrive:

L’anno scorso (2019/20) nella mia scuola di titolarità, a seguito di contrazione di organico, si è creata una COE ex novo che ma è stata attribuita in quanto ultima in graduatoria. Nel prossimo anno (2020/21) la coe persiste, ma io non sono più ultima in graduatoria . La domanda è: a chi andrà la COE nel 2020/21, sempre a me o alla collega ultima in graduatoria?

Nell’organico di un’istituzione scolastica possono essere presenti  cattedre interne e cattedre orario esterne.

Le cattedre interne sono costitute con ore tutte interne alla scuola

Le  cattedre orario esterne sono costituite con il contributo orario di scuole diverse, che si distinguono in sede principale  e sede/sedi  di completamento

COE ex-novo

Una COE ex-novo è una cattedra orario esterna  di nuova costituzione, non presente nell’organico dell’anno precedente.

Questa cattedra si costituisce, quindi, in seguito a contrazione in organico con la trasformazione di una COI in COE

Assegnazione di una COE ex-novo

La COE ex-novo deve essere assegnata ad un docente titolare nella scuola in servizio l‘anno precedente su una COI.

La sua assegnazione si basa sulla graduatoria interna di istituto e spetterà al docente in coda, come esplicitato nell’art.11 comma 8 del CCNI sulla mobilità, dove si chiarisce quanto segue:

Qualora, a seguito di contrazione di ore nell’organico di diritto, si costituisca ex novo una cattedra orario con completamento esterno da assegnare ad uno dei docenti già titolari nella scuola ed in servizio su cattedra interna nel corrente anno scolastico, tale assegnazione avrà carattere annuale e dovrà avvenire tenendo conto della graduatoria interna d’istituto […]”

Questa Cattedra Esterna di nuova costituzione potrà essere assegnata anche ai docenti beneficiari di una delle precedenze previste nell’art.13 comma 1 punti I), III), IV) e VII), che hanno diritto all’esclusione dalla graduatoria interna di istituto, alle condizioni previste nel comma 2, se il completamento esterno è previsto nello stesso comune. Questi docenti saranno esclusi dall’assegnazione della COE ex-novo soltanto se costituite tra scuole di comuni diversi.

Assegnazione di una COE ex-novo: non è definitiva e può cambiare l’anno successivo

L’assegnazione di una COE ex-novo, come stabilisce il CCNI nel succitato articolo 11, ha carattere annuale e si baserà sempre sulla graduatoria interna di istituto che, da un anno scolastico all’altro, può cambiare come composizione e come posizione occupata dai docenti titolari nella scuola.  Se il docente in coda nella graduatoria sarà diverso l’anno successivo la COE non sarà assegnata allo stesso docente, ma all’ultimo nella nuova graduatoria aggiornata

 

Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia