Cassa integrazione per docenti in esubero, e senza accordo con sindacati

di redazione
ipsef

red – Si tratta di una norma contenuta nel maxiemendamento al DL di stabilità in discussione al Senato. Governo reggendo.

red – Si tratta di una norma contenuta nel maxiemendamento al DL di stabilità in discussione al Senato. Governo reggendo.

La cassa integrazione è prevista per il personale che non è stato possibile ricollocare a seguito dell’attivazione di tutte le procedure. La notizia è apparsa oggi su Italia Oggi in un articolo a firma Alessandra Ricciardi.

Il ricollocamento potrà avvenire anche con funzioni diverse dall’insegnamento e in altre amministrazioni. Si tratta di circa 10.mila docenti. Nel caso sia stato impossibile la ricollocazione del docente o la rifiuti sarà messo in disponibilità, con il diritto a un’indennità pari all’80% dello stipendio e per durata massima di 24 mesi.

Inoltre, secondo quanto affermato da Brunetta, non sarà neppure necessario l’accordo con i sindacati per la mobilità nel pubblico impiego e per prevedere il collocamento in disponibilità dei lavoratori pubblici. Sarebbe anch’essa una novità inserita nel maxiemendamento.

 

Versione stampabile
anief
soloformazione