Caso Salis, Sasso (Lega): “Se accertata sua colpevolezza, non può fare insegnante”

WhatsApp
Telegram

“Siamo certi che la maestra Ilaria Salis saprà dimostrarsi innocente dopo essere finita nei guai in Ungheria perché arrestata con un manganello a una manifestazione di estrema sinistra e accusata di aver aggredito due persone. Le immagini di Ilaria Salis in manette non ci lasciano indifferenti, ma se fosse colpevole – e non vogliamo nemmeno immaginarlo – sarà doveroso radiarla dalle graduatorie ministeriali”.

Così in una nota il deputato della Lega Rossano Sasso, capogruppo in commissione Cultura Scienza e Istruzione della Camera dei Deputati

“D’altronde la sua ultima supplenza risale al 12 gennaio 2023 ed era terminata il giorno prima di recarsi in Ungheria. Confidiamo nella saggezza dei giudici di Budapest che – rassicuriamo la sinistra italiana e i suoi media – non sono controllati da Orban, con l’auspicio possano confermare che in classe i nostri figli non rischieranno di trovare una facinorosa”.

Docente italiana rischia 11 anni di carcere in Ungheria, l’appello di Fiorello: “Riportatela a casa”

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: corso di formazione Eurosofia. Webinar di presentazione il 26 luglio ore 17.00