Caso covid a scuola, Asl valuta contact tracing e medici certificano eventuale rientro di chi è coinvolto

WhatsApp

Il Ministro Sparanza ieri è intrvenuto alla diretta a Palazzo Chigi, che ha visto presenti anche il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, i ministri Azzolina, e De Micheli. Molti gli argomenti affrontati, prontamente documentati dalla nostra redazione in tempo reale.

“Quando ci sarà una caso positivo a  scuola, – ha detto Speranza – ed è del tutto evidente che ci saranno e già ci sono in queste ore, non lasceremo mai soli i nostri insegnanti, i nostri presidi e il nostro personale scolastico. Sarà l’azienda sanitaria competente, in modo particolare il dipartimento di prevenzione dell’Asl, a fare  valutazioni del caso e il contact tracing, ad approfondire e a  disporre le misure con un utilizzo intelligente dei tamponi. E dove dovesse servire anche della quarantena. In 190 paesi le scuole sono state sospese, e 1 miliardo e 600 milioni di studenti nel mondo hanno dovuto interrompere le lezioni”.

Per quanto riguarda i certificati, Speranza ha specificato che è è previsto, nel protocollo adottato da tutte le province e i comuni, e che saranno i medici e i pediatri a definire l’attestazione per gli alunni dopo il sospetto caso Covid o dopo il caso Covid.

Tutta la diretta

Conte: “Non vogliamo più classi pollaio. Assumeremo più di 160mila tra docenti e Ata. Azzolina: “La scuola riparte” [VIDEO]

WhatsApp
Pubblicato in Scuole Argomenti: ,
Versione stampabile

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia