Tar Sicilia sospende ordinanze chiusura scuole Agrigento e Palermo, Casa (M5S): rimane il danno agli studenti

WhatsApp
Telegram

“L’accoglimento da parte del Tar regionale dell’istanza cautelare contro le ordinanze dei sindaci di Palermo e Agrigento è l’ennesimo capitolo di un braccio di ferro che non ha nessun senso. I provvedimenti sospendevano le attività didattiche fino a domenica 16, oggi è venerdì 14: il danno è stato comunque fatto e gli unici a pagarlo sono gli studenti”: così Vittoria Casa, presidente commissione Cultura Scienza e Istruzione alla Camera.

“Occorre uscire da una logica particolaristica e affrontare il problema della didattica in presenza in maniera seria. Non è improvvisando che riusciremo a tutelare la salute delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi, come del resto quella di tutti gli altri cittadini. Il tema è stato ampiamente dibattuto dalla comunità scientifica e dal governo. Mantenere il più possibile la scuola in presenza è un principio inderogabile per tutto il Paese. Mi auguro che le autorità locali siciliane evitino altre fughe in avanti” conclude Vittoria Casa.

Rientro a scuola, Tar sospende ordinanze di Palermo e Agrigento: si torna in classe

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur