Casa (M5S), insegnanti hanno il dovere di affrontare con i propri studenti questioni politiche

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’On. Vittoria Casa (M5S) è intervenuta con un comunicato nel dibattito sul ruolo degli insegnanti e la possibilità di affrontare temi di attualità e questioni politiche.

Chiedere agli insegnanti e ai dirigenti scolastici di astenersi da ogni commento su temi di attualità e di pubblico interesse ha suscitato molte reazioni critiche nel mondo della scuola – afferma l’On. Casa – e, al di là del caso concreto, neanche io condivido questa posizione. Naturalmente è sacrosanto che gli insegnanti non facciano campagna elettorale in aula o si mettano a tenere comizi per questo o quel partito.

Tuttavia – prosegue Casa – è altrettanto indubbio che non è accettabile pensare di comprimere la loro fondamentale libertà d’espressione. Al contrario è da considerarsi doveroso e meritorio affrontare con i propri studenti questioni politiche, anche scottanti, come quelle legate al fenomeno migratorio, perché dibattere, conoscere e capire la complessità della contemporaneità fa parte del processo di crescita culturale, morale e sociale dei bambini e dei ragazzi.

Lo studio, le nozioni, i libri di testo sono importanti ma non bastano – conclude la parlamentare pentastellata – solo grazie al dialogo e al confronto tra opinioni diverse è possibile concorrere a formare i cittadini del futuro, accrescendone senso civico e capacità critica.

Cattoi (Lega): insegnanti si astengano da commenti politici

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione