Carta docente: bonus 500 euro riconfermato, a quali condizioni

Stampa

L’importo della carta del docente sarà riconfermata anche per il prossimo anno sempre che non ci siano nuove assunzioni a tempo indeterminato non previste.

E’ quanto si apprende leggendo il documento allegato al Def sugli obiettivi di spesa.

In merito a questo capitolo di spesa è stato precisato che “La riduzione della spesa appare sostenibile, senza variazione dell’importo nominale della Carta, in considerazione del fatto i posti in organico di diritto non sono totalmente coperti dal personale di ruolo in servizio. Un eventuale aumento non previsto del personale docente di ruolo in servizio rispetto a quanto stimato, potrebbe comportare una riduzione dell’importo effettivo della carta da individuare con successivo provvedimento“.

Ricordiamo che il bonus di 500 euro per la formazione e l’aggiornamento del personale docente di ruolo è stato introdotto dalla legge n. 107/2015.

Con il DPCM del del 28 novembre 2016 si è disciplinato l’utilizzo del cosiddetto borsellino elettronico, ossia la carta docente 500 euro.

Le somme del 2018/19 non spese entro il termine dell’anno scolastico (31/08/19) saranno disponibili per il prossimo anno scolastico e potranno essere spese entro il 31/008/2020.

A questi si sommeranno i 500 euro dell’a.s. 2019/20.

Carta docente 500 euro: cosa acquistare

Con il bonus è possibile acquistare:

  • libri;
  • hardware e software;
  • biglietti per eventi culturali, cinema, teatro o concerti;
  • strumenti musicali (solo per insegnanti di musica);
  • corsi di lingua o di formazione ma solo se organizzati da enti accreditati o qualificati per la scuola.

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 31 dicembre 2021. Il 9 novembre ne parliamo in diretta. Registrati al webinar