Carta docente bonus 500 euro, cosa si può acquistare. Cassa bluetooth per docenti di musica?

Stampa

Carta docente bonus 500 euro: acquisti effettuabili da docenti di musica.

Un nostro lettore ci chiede: Sono un docente di musica. Nella mia attività quotidiana d’insegnante ho bisogno, regolarmente, di un dispositivo per riprodurre musica e spesso nelle scuole tali attrezzature sono mancanti o vecchie e poco funzionanti. Chiedevo se potevo utilizzare il bonus docenti per ovviare al problema… (ideale sarebbe una cassa bluetooth). Resto in attesa di una vostra cortese risposta. Saluti. 

Cosa si può acquistare

L’uso della carta docente è disciplinato dal DPCM del 28 novembre 2016, il cui articolo 6 indica cosa è possibile acquistare con i 500 euro:

  • libri e testi, anche in formato digitale, pubblicazioni e riviste comunque utili all’aggiornamento professionale;
  • hardware e software;
  • iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Miur; laurea,  laurea magistrale, iscrizione a corsi di specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale, ovvero a corsi post lauream o a master universitari inerenti al profilo professionale;
  • titoli di accesso per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
  • titoli per l’ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
  • iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del PTOF delle scuole e del Piano nazionale di formazione, di cui articolo 1, comma 124, della legge n. 107 del 2015.

FAQ Miur

Il  Ministero con delle apposite faq ha successivamente chiarito ulteriori aspetti legati all’uso del bonus e anche all’acquisto di strumenti musicali per i docenti di musica.

Faq n. 16:

16. Un insegnante di musica può utilizzare il bonus o parte di esso per l’acquisto di uno strumento musicale? 

Si, purchè lo strumento musicale sia strettamente correlato alle iniziative individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa e del piano nazionale di formazione di cui all’art.1 comma 121 della Legge n.107/2015. In questo caso infatti l’acquisto dello strumento è finalizzato a migliorare le competenze specifiche del docente in relazione all’indirizzo della scuola e rientra pertanto nelle finalità formative previste dalla norma.

Con la Faq n. 2, inoltre, è stato chiarito che le componenti parziali dei dispositivi elettronici non possono essere acquistati con il bonus:

2. La Carta del Docente consente “l’acquisto di hardware”: vi rientrano anche smartphone, tablet, stampanti, toner, cartucce e pennette USB?

La Carta del Docente permette “di sostenere la formazione continua dei docenti e di valorizzarne le competenze professionali” (art. 1, comma 121, legge 107/2015). Di conseguenza, personal computer, computer portatili o notebook, computer palmari, tablet rientrano nella categoria degli strumenti informatici che sostengono la formazione continua dei docenti. Altri dispositivi elettronici che hanno come principale finalità le comunicazioni elettroniche, come ad esempio gli smartphone, non sono da considerarsi prevalentemente funzionali ai fini promossi dalla Carta del Docente, come non vi rientrano le componenti parziali dei dispositivi elettronici, come toner cartucce, stampanti, pennette USB e videocamere.

Conclusioni

I docenti di musica, dunque, possono sicuramente acquistare  strumenti musicali alle condizioni sopra riportate.

Quanto alla cassa bluetooth, a parere di chi scrive, non può rientrare tra gli acquisiti possibili con la carta docente, essendo componente parziale di un dispositivo elettronico. D’altra parte, esistono anche stampanti bluetooth e anche queste non sono acquistabili.

Le Faq

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!