Carta docente anche per comprare prodotti dell’editoria audiovisiva: la proposta della Commissione Istruzione

WhatsApp
Telegram

Nel parere che la settima commissione Istruzione e Cultura del Senato, presieduta da Riccardo Nencini, ha elaborato in merito alla legge di bilancio, si legge fra le osservazioni formulate dai parlamentari una richiesta specifica che riguarda la carta del docente.

Infatti, fra le osservazioni la commissione evidenzia come bisogna “estendere la categoria dei beni acquistabili con la carta elettronica per l’aggiornamento e la formazione dei docenti, cosiddetta Card docente, introdotta con la legge n. 107 del 2015 (articolo 1, commi 121-123) anche ai prodotti dell’editoria audiovisiva“.

Si tratta solo di una proposta, precisiamolo, che va ad aggiungersi al dibattito relativo al bonus 500 euro per i docenti.

Ricordiamo che nella prima stesura della manovra 2022, era prevista la cancellazione della carta del docente per incrementare il fondo della valorizzazione professionale dei docenti. Poi, prima dell’ok del Consiglio dei Ministri, la misura fu cancellata.

Cosa si può acquistare con la carta docente

La carta del docente 500 euro può essere utilizzata, attualmente, per l’acquisto di:

  • libri e testi, anche in formato digitale, di pubblicazioni e di riviste comunque utili all’aggiornamento professionale;
    hardware e software;
  • iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca;
  • iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale, ovvero
  • a corsi post lauream o a master universitari inerenti al profilo professionale;
  • titoli di accesso per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
  • titoli per l’ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
  • iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione, di cui articolo 1, comma 124, della legge n. 107 del 2015(Buona Scuola).

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur