Carta del Docente: impossibile usarla per visitare musei e altre iniziative culturali private. Lettera

WhatsApp
Telegram
Preside lascia la scuola

Inviato da Salvatore Pappalardo – Gentilissimi tutti della Redazione, sono uno dei tanti docenti che segue la vostra costante e attenta informazione sulla scuola.

Come molti miei colleghi sto usando la carta del docente senza non pochi problemi, sopratutto da quest’anno.
Una volta effettuato gli acquisti di pc e altri supporti (sicuramente utili) nei primi anni, quest’anno pensavo e speravo di farne buon uso, oltre che per spettacoli cinematografici e libri, visitando musei, mostre, ecc. non gestiti dallo Stato (la cui visita è già gratuita per i docenti). Con sommo rammarico, però, ho dovuto costatare, praticamente sempre, che nessuno lo consente o se preferite nessuno, almeno dei posti dove ne ho fatto richiesta, ha aderito all’iniziativa. Recentemente ho provato, fra gli altri, a usarla per visitare la “Biennale” di Venezia e a Ferrara. Niente fare. Nessuno si è scomodato per aderire, convenzionandosi, all’iniziativa “Carta del Docente”. In molti posti, pure in passato, mi hanno risposto che non lo fanno per pigrizia.
Mi chiedevo, pertanto, perché il Ministero non prova a sostenere un’iniziativa che agevoli, faciliti, sostenga … trovate voi i termini più adatti, l’adesione di quanti più soggetti privati possibili e renda realmente utilizzabile la “Carta”?
Sono certo che tutti ne trarrebbero giovamento.
Grazie.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo 2023, diventa docente di sostegno: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, a richiesta proroga di una settimana