Carta del docente 500 euro dovrebbe essere confermata per il 2022/23. A chi spetta, cosa si può acquistare

WhatsApp
Telegram

“Il governo ha fatto un passo indietro sulla carta docenti. Non ci saranno tagli”: a dirlo a Orizzonte Scuola Marcello Pacifico, presidente Anief. La Carta del docente, del valore di 500 euro, è assegnata, annualmente, ai docenti a tempo indeterminato delle scuole statali.

Dopo l’iniziale ipotesi di tagli e riduzioni dunque la carta del docente dovrebbe essere confermata per il prossimo anno scolastico. Usiamo il condizionale perché il maxi emendamento sulla riforma del reclutamento scuola andrà in votazione lunedì.

Sul taglio del bonus di 500 euro si sono opposti sia partiti che sindacati. “Siamo riusciti a tenere intatta la carta docenti dopo le vittorie recenti in Corte di Giustizia europea, che ha stabilito che il bonus spetta anche ai precari”, ha commentato Pacifico.

Cosa si può acquistare

Si possono acquistare esclusivamente i seguenti beni o servizi:

  • libri e testi, anche in formato digitale, pubblicazioni e riviste comunque utili all’aggiornamento professionale;
  • hardware e software;
  • iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca;
  • iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale, ovvero a corsi post laurea o a master universitari inerenti al profilo professionale;
  • titoli di accesso per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
  • titoli per l’ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
  • iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione, di cui articolo 1, comma 124, della legge 107 del 2015.

La validità del bonus è di due anni scolastici, per cui il bonus dell’anno scolastico 2020/2021 scadrà il 31 agosto 2022.

Chi sono i beneficiari?
La Carta è assegnata ai docenti di ruolo a tempo indeterminato delle Istituzioni scolastiche statali, sia a tempo pieno che a tempo parziale, compresi i docenti che sono in periodo di formazione e prova, i docenti dichiarati inidonei per motivi di salute di cui all’art. 514 del Dlgs.16/04/94, n.297, e successive modificazioni, i docenti in posizione di comando, distacco, fuori ruolo o altrimenti utilizzati, i docenti nelle scuole all’estero, delle scuole militari.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur