Carrozza sui precari: “se hanno insegnato, vuol dire che di loro c’è bisogno”. E parla di stipendi e ferie

di Lalla
ipsef

red – Il Ministro dell’Istruzione in una intervista ai minicrofoni di RaiNews24 ha dichiarato "Il tema del precariato, soprattutto nella scuola, è molto difficile da affrontare. Dovremmo arrivare ad un unico sistema di reclutamento piú trasparente". 

Aggiornamento su mancati stipendi ai supplenti.  La risposta del MEF

red – Il Ministro dell’Istruzione in una intervista ai minicrofoni di RaiNews24 ha dichiarato "Il tema del precariato, soprattutto nella scuola, è molto difficile da affrontare. Dovremmo arrivare ad un unico sistema di reclutamento piú trasparente". 

Aggiornamento su mancati stipendi ai supplenti.  La risposta del MEF

"Abbiamo attivato la costituente della scuola per dare anche delle risposte e porre delle domande al mondo della scuola, in termini di ‘dove andiamo?’. Abbiamo posto sulle spalle di molti insegnanti precari, richiamati ogni anno, il carico dei tagli sulla scuola. Sono supplenti che alla fine di ogni anno hanno insegnato, quindi vuol dire che di loro c’è bisogno. – ha proseguito il Ministro – So che la vita dei supplenti, soprattutto quelli dei periodi brevi, è difficile con pagamenti che vengono dilazionati, quindi, la mia massima attenzione per migliorare questo sistema. Non si può fare in poche settimane, bisogna lavorare per riportare tutto su un rapporto dinamico di continuità tra scuola, Stato e insegnanti". 

"Stiamo trovando le risorse per ripristinare questo capitolo
– ha aggiunto il Ministro Carrozza rispetto alla recente decisione della mancata retribuzione delle ferie agli insegnanti precari ogni giorno, con le casse vuote che abbiamo trovato, mi trovo a fare fronte a esigenze che non trovano disponibilità. Non ci sono i soldi per fare tutto quello che dovremmo fare"

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione