Carrozza: la scuola non è un costo, ma un investimento

di Lalla
ipsef

red – ‘Se son rose, fioriranno. Anche se la cautela è d’obbligo, per un sindacato che conosce bene quanto possa essere talvolta ampio lo scarto tra parole e fatti, il dialogo con la ministra Carrozza parte nel migliore dei modi, addirittura con una certa sintonia anche nel modo in cui vengono sintetizzati alcuni messaggi”. Lo afferma la Cisl Scuola, commentando quanto affermato oggi dal ministro dell’Istruzione al Congresso nazionale della Cisl Scuola in corso a Firenze.

red – ‘Se son rose, fioriranno. Anche se la cautela è d’obbligo, per un sindacato che conosce bene quanto possa essere talvolta ampio lo scarto tra parole e fatti, il dialogo con la ministra Carrozza parte nel migliore dei modi, addirittura con una certa sintonia anche nel modo in cui vengono sintetizzati alcuni messaggi”. Lo afferma la Cisl Scuola, commentando quanto affermato oggi dal ministro dell’Istruzione al Congresso nazionale della Cisl Scuola in corso a Firenze.

Molto ”apprezzate” dalla Cisl le parole pronunciate dal ministro nel suo intervento. ”La scuola non è un costo, ma un investimento. La logica dei tagli lineari come pessima esperienza da non ripetere, addirittura la figura del maestro unico usata come esempio per indicare scelte sbagliate a cui occorre rimediare. Passaggi – conclude la nota della Cisl – che trovano una diretta rispondenza in alcuni di quelli contenuti nella relazione di Scrima”. [Asca]

Versione stampabile
anief anief
soloformazione