Carrozza. La digitalizzazione dei libri è un processo irreversibile, ma servono finanziamenti privati e attenzione ai contenuti

WhatsApp
Telegram

GB – Secondo il ministro Carrozza la digitalizzazione dei libri di testo è un processo irreversibile, ma bisogna comunque stare attenti ai contenuti e servono finanziamenti privati.

"Segnali importanti arrivano da alcune Fondazioni bancarie — spiega il ministro dell’Istruzione —, come la Cassa di risparmio di Livorno e Lucca, che hanno cofinanziato insieme al Miur iniziative e bandi rivolti alle scuole. È un esempio positivo che vorrei portare a livello nazionale".

GB – Secondo il ministro Carrozza la digitalizzazione dei libri di testo è un processo irreversibile, ma bisogna comunque stare attenti ai contenuti e servono finanziamenti privati.

"Segnali importanti arrivano da alcune Fondazioni bancarie — spiega il ministro dell’Istruzione —, come la Cassa di risparmio di Livorno e Lucca, che hanno cofinanziato insieme al Miur iniziative e bandi rivolti alle scuole. È un esempio positivo che vorrei portare a livello nazionale".

Lo afferma al convegno «Uno, nessuno, centomila. Libri di testo e risorse digitali per la scuola italiana in Europa» organizzato da scuola Normale Superiore di Pisa e Miur.

Ribadisce anche il suo pensiero sui docenti degli atenei over 70 che dovrebbero lasciare spazio ai giovani: "Ci sono tante persone di 30 e 40 anni che hanno vinto concorsi universitari e non riescono ad insegnare nei nostri atenei". E, sulla questione del testo digitale o cartaceo, è necessario "scegliere il modo con il quale investiremo e avviare un serio dibattito scientifico e pedagogico sui contenuti".

 

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur