Carrozza: “Decideremo sul liceo a 4 anni alla fine della sperimentazione. Occupare la scuola è un atto grave e importante”

di Giulia Boffa
ipsef

GB – Per decidere su un’eventuale riforma dell’istruzione e l’introduzione di un ciclo di quattro anni per i licei ”attendiamo l’esito della sperimentazione”.

GB – Per decidere su un’eventuale riforma dell’istruzione e l’introduzione di un ciclo di quattro anni per i licei ”attendiamo l’esito della sperimentazione”.

 Lo afferma il ministro dell’Istruzione, Maria Chiara Carrozza, a margine del consiglio Istruzione in corso a Bruxelles. ”Il liceo in quattro anni è in fase sperimentale in qualche scuola, e aspettiamo che tale fase finisca”.

Quella del ciclo in quattro anni, ricorda, ”è una richiesta che viene dal basso, dalla scuola stessa” e non è detto che possa essere un richiesta infondata. ”La riduzione di un anno – sostiene Carrozza – non deve essere vista come una minaccia ma come un’opportunità”.

Il ministro ha poi parlato di occupazione delle scuole ed  ha detto: "Occupare la scuola è un atto grave e importante, lo si fa quando si ha un obiettivo. Dovrebbe essere una cosa estrema, non normalità".
 
"se tutti gli anni, nello stesso periodo, avvengono le occupazioni, è un fenomeno che non va bene. Abbiamo appena approvato la conversione in legge di un decreto che reinveste sulla scuola, quindi casomai sarebbe il caso di capire com’è fatta la legge, le novità che porta, piuttosto che occupare".

Il Ministro ha anche detto che in questo momento "dobbiamo anche aiutare i dirigenti scolastici ad affrontare questo tema, perché per loro è una grave responsabilità e non è assolutamente normale occupare un edificio pubblico che è della collettività. Quello dell’occupazione – ha concluso il ministro – è un fenomeno di cui parlare e discutere, viene dato per scontato e questo fa male ai nostri stessi studenti".
 

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione