Carrozza (CNR): “Basta pregiudizi sulle donne e la scienza. Io così ho iniziato ad amare le materie scientifiche”

Stampa

L’ex ministra dell’Istruzione, Maria Chiara Carrozza, adesso presidente del Consiglio nazionale di Ricerca (CNR), interviene sul dibattito riguardante le materie scientifiche. 

“Le ragazze devono fare ciò che sentono dimenticandosi di stereotipi e pregiudizi, di chi cerca di darci una vita prestampata. Dobbiamo essere noi a ‘compilare’ le nostre scelte, a partecipare alla trasformazione digitale, green e a lottare contro la pandemia. Insomma, ci sono tanti motivi per studiare materie scientifiche e tecnologiche, che hanno tante prospettive anche di lavoro”.

Poi racconta come si è avvicinata alla scienza: “Volevo studiare medicina, ma mi sono innamorata della fisica anche cominciando a guardare Quark di Piero Angela. E l’ho scelta la disciplina all’Università. Facevo la quarta liceo scientifico a Pisa tanti hanno cercato di farmi desistere, dei miei compagni di classe mi hanno detto addirittura che la Fisica fa diventare brutta ma io ho continuato nella mia strada e sono diventata un bioingegnere. Ma ho continuato nella mia strada, mi sono successivamente innamorata dell’ingegneria biomedica ed oggi posso dire di essere a tutti gli effetti un bioingegnere”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur