Carrozza alle Commissioni riunite: aumento di posti alla scuola d’Infanzia e 12 milioni per le sezioni primavera

di Giulia Boffa
ipsef

Red – Il ministro dell’istruzione Maria Chiara Carrozza ha parlato di organici, allievi stranieri, risorse e universitá nel corso dell’audizione davanti alle commissioni riunite Cultura al Senato.

Red – Il ministro dell’istruzione Maria Chiara Carrozza ha parlato di organici, allievi stranieri, risorse e universitá nel corso dell’audizione davanti alle commissioni riunite Cultura al Senato.

E’ importante una politica di lungo respiro per contrastare la dispersione scolastica "che è ancora un problema", ha sottolineato il ministro, secondo il quale "invece di operare con misure straordinarie occorre porre l’alunno al centro del sistema. Oggi – ha detto – sono quasi 200 mila gli alunni stranieri nelle scuole di secondo grado, con tassi troppo elevati di insuccesso".

"Siamo anche proficuamente passati, in un decennio – ha proseguito il ministro – dall’accogliere 50 mila all’includere 800 mila bambini e ragazzi di cittadinanza non italiana". Sul totale degli alunni stranieri, il 45% sono nati in Italia e parlano la nostra lingua mentre il 5% sono arrivati da poco e non parlano l’italiano.

Sempre a proposito di allievi stranieri, per il ministro Carrozza, "serve uno specifico investimento per la formazione dei docenti".

Tra le novitá di cui ha parlato il ministro, un progetto per il quale "alunni e studenti di seconda generazione fanno da tutor a quelli di prima generazione". "Serve – ha aggiunto – un lavoro di revisione delle Linee guida per gli studenti stranieri che risalgono al 2006. Cercheremo di distinguere tra i diversi bisogni, soprattutto di coloro che sono appena arrivati in Italia".

Parlando della scuola dell’Infanzia (3-5 anni), il ministro Carrozza ha spiegato che i bambini attualmente iscritti sono circa 1 milione e 650 mila, di cui il 60% in scuole statali e circa il 40 % in scuole paritarie (comunali e a gestione privata). Gli organici dei docenti di scuola dell’infanzia, nel corso degli ultimi anni, non hanno subito particolari riduzioni.
Infatti, i posti sono stati incrementati, sia pure lievemente, e sono passati da 80.854 dell’anno scolastico 2008/09 a 81.352 del 2012/13 registrando un aumento di 498 posti che hanno consentito di garantire l’accesso alle ulteriori scuole statali a 8000 bambini; in piú per il prossimo anno scolastico è stato previsto un incremento di circa 300 posti in organico di diritto.

Alle sezioni tradizionali di scuola dell’infanzia si aggiungono, dall’anno scolastico 2007/2008, anche le cosiddette "sezioni primavera", per bambini della fascia di etá 24-36 mesi.
Per il loro funzionamento il ministero ha previsto uno stanziamento di 12 milioni di euro per il triennio 2013-2015, ma, ha detto Carrozza, "ho l’intenzione di richiedere un incremento a 20 milioni a partire dall’anno 2015". Attualmente circa 25 mila bambini sono inseriti in sezioni primavera.

Il ministro si è poi soffermato sugli Istituti tecnici superiori, "che hanno dimostrato di avere significative potenzialitá di facilitare l’occupazione dei giovani e la competitivitá delle imprese, soprattutto medie e piccole. Per questo, vanno rafforzate le loro capacitá di connessione con le filiere produttive del territorio; hanno una loro specificitá e potenzialitá"

Scarica tutto l’intervento del Ministro

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione