Caro Renzi, avrebbe dovuto ascoltare gli insegnanti. Lettera

Stampa

Caro ex premier, lei sa che quello che è successo in via referendaria è in buona parte legato all’atteggiamento avuto da lei e dalla ministra (che al femminile è orribile) Giannini.

Avete avuto un atteggiamento da non ascoltatori, e pretendevate che molti vi ascoltassero. Perché? Il 40% degli italiani ha votato SI, il 60% ha votato NO, tra cui moltissimi docenti hanno votato NO, ma avrebbero votato SI se aveste lasciato le leggi così come erano, senza la manomissione sindacalista.

Perché è verissimo che molte riforme sono buone, ma avete mai chiesto a noi popolo dell’elettorato, cosa ne pensavamo? Avete mai ascoltato la nostra opinione? Dopo aver preso la lettera dei #NastriniRossiDocenti, l’avete letta per 30 secondi?

In quelle righe c’era tutta la rabbia e la speranza di docenti che si sono fatti il mazzo nella terra d’origine per eseguire tutte le indicazioni della 107, tra cui aggiornamenti, animatori digitali, alternanza scuola-lavoro. Avete dato un’occhiata a quelle righe? Avete carpito che quando si cerca continuamente il dialogo con i sit-in è perchè c’è davvero qualcosa che non va? Oppure dobbiamo sempre sentire le risposte del ministro tipo :”Gli insegnanti sono maggiormente al Sud, i posti maggiormente al Nord”?

Come pretendevate di essere ascoltati se non ascoltavate? Le leggi le fate voi, ma lo stato siamo noi. Avete dato retta ai sindacati, non solo modificando #LaBuonaScuola contravvenendo ai bisogni delle scuole stesse, mandando scienze pittoriche nei licei, o clarinetto al tecnico industriale, ma avete dato retta al compromesso referendario degli 85€ per qualche punto in più sul SI.

Eh no cara squadra Renziana, il vostro primo compito è ascoltare e chiedere l’opinione di noi italiani prima di commettere errori: se aveste mantenuto ciò che era stato promesso, con i tempi e le modalità di attuazione a favore della scuole, oggi voi stareste al comando, avreste maggiore rispettabilità e non ci troveremmo a sentirci di nuovo con le urne imminenti.

Prof. Ivano De Luca

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur