Caro Ministro non escluda dal concorso straordinario docenti delle paritarie. Lettera

ipsef

item-thumbnail

Inviato da Lina Contino – Prima di tutto Le faccio le mie congratulazioni e i miei auguri, se li merita.

Devo farle una preghiera. Per quanto riguarda il Concorso straordinario, La prego, non escluda i docenti delle scuole paritarie da detto Concorso, non faccia distinzione tra docenti delle scuole statali e docenti delle scuole paritarie.

E’ oltremodo mortificante per i docenti che insegnano nelle scuole paritarie,i docenti sono docenti tutti, c’è del buono e del cattivo da ambo le parti.

Se lo lasci dire da una docente in pensione che all’inizio della sua carriera ha insegnato sia nelle scuole statali sia nelle scuole paritarie.

Come ho scritto in una mia precedente lettera, sperando che il precedente Ministro la leggesse, non ci sono figli e figliastri.

L’art.4 della nostra Costituzione recita: La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.Dice tutti i cittadini non esclude nessuno.

Le chiedo scusa per averLe arrecato disturbo e Le invio distinti saluti.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione